registrati
accedi

Quando siete nati come chiesa?

Gentile Direzione
Da quello che ho potuto capire dai vostri messaggi, che esistete da circa 50 anni e vi definite la Chiesa. Ammesso e non concesso che questo sia vero, mi chiedo:
Ma prima di 50 anni fa e ancora prima, a partire dalla nascita del cristianesimo con gli apostoli Pietro e Paolo, quali Chiese erano le vere?
(Joshua).
 
Risposta:

Gentile Sig. Josha
Grazie della domanda sulla nostra Missione e sulla Chiesa di Dio Unita.

La invitiamo ad ascolatre più attentamente il video. Noi non abbiamo mai detto di essere gli unici cristiani. Ci consideriamo “una parte” del Corpo di Cristo sparso nel mondo e non l’intero Corpo. Non siamo SETTARI, come lo sono invece certi militanti cattolici, evangelici, testimoni di Geova e molti altri.

Noi semplicemente crediamo che chiunque mette in pratica Apocalisse 12:17 e 14:12 e vive Atti 1:11; 3:20-21, fa parte della vera Chiesa di Cristo, a prescindere la congregazione o chiesa che frequenta. Quindi la invitiamo fraternamente a non fare l’errore di valutare la nostra fede o la Scrittura di Dio sulla base di “quanto tempo” esistiamo in Italia dal punto di vista organizzativo.

Lei crede che noi gioiamo nell’indicare l’APOSTASIA che il Cristianesimo in generale sta soffrendo? In tal caso la invitiamo a conoscerci meglio. Crediamo di avere il dovere di indirizzare la gente alla Parola di Dio anziché alle tradizioni dell’uomo.

Noi esistiamo da circa 50 anni come organizzazione in vari Paesi del mondo, ma il patrimonio spirituale che distingue la vera Chiesa nel mondo – quindi anche in Italia – risale alla Gerusalemme dei dodici santi apostoli. La invitiamo a verificare il nostro patrimonio spirituale con Bibbia alla mano, sperando che lei non si unisca ai nostri persecutori di sempre. Noi siamo un movimento pacifico, e non abbiamo mai perseguitato nessuno. Ma reclamiamo il diritto di evangelizzare liberamente e legittimamente. Nessuno ha l’esclusiva.

La nostra identità spirituale riflette alla lettera Apocalisse 12:17 e 14:12, in parole bibliche “I veri santi sono quelli che osservano i comandamenti di Dio e ritengono in fede la testimonianza che Gesù portò al mondo riguardo al Padre e al Regno che Egli stabilirà sulla Terra al Suo ritorno” (Atti 1:11; 3:20-21).

Purtroppo, NON vediamo affatto le summenzionate caratteristiche nel Cattolicesimo, né nelle varie espressioni del Protestantesimo. Questi non soltanto si sono fatti la guerra a vicenda, ma si sono anche contraddistinte, con odioso spirito antisemita, nel perseguitare sia noi sia la nostra fede, disprezzandola erroneamente come se fosse “giudaica” (Non lo è! La nostra fede è puramente Apostolica, mentre quella cattolica è quella platonica e dei padri del quarto-quinto secolo dopo Cristo).

Sin dal tempo del primo secolo, invece, la vera Chiesa è sempre stato un MOVIMENTO di credenti che hanno riconosciuto che Gesù Cristo si è sacrificato per la loro tragressione della santa legge spirituale di Dio, si sono ravveduti di averla trasgredita, si sono fatti battezzare (dopo aver fatto una richiesta di buona coscienza a Dio) e, per questo motivo, hanno ricevuto in dono lo Spirito santo di Dio, per grazia divina (Atti 3:38 – una miriade di altre Scritture provano questa caratteristica spirituale dei veri cristiani– a differenza di intere popolazioni pagane che sono state “cristianizzate” in massa con l’inganno.)

Dal primo secolo ad oggi, i nostri antenati spirituali ci hanno tramandato la fede e la dottrina del cristianesimo di Gesù e dei Suoi dodici Apostoli. La loro fede è sopravvissuta fuori dell’Impero romano, semplicemente attraverso quelle varie famiglie e comunità religiose che, a causa delle continue persecuzioni da parte della chiesa romana, continuarono nella fede originale ma, loro malgrado, fisicamente disconnesse fra di loro, anziché come “organizzazione” o “istituzione ecclesiale”. Soltanto con la caduta dell’Impero Romano e la fine della monarchia papale e la caduta del regime fascista, i non cattolici godono ora di una libertà rarissima nella storia. Questo spiega il perché esistiamo soltanto da quasi mezzo secolo come ISTITUZIONE – grazie a questo raro periodo di libertà religiosa.

Quindi non abbiamo una continuità organizzativa tracciabile nei secoli, ma abbiamo una continuità dottrinale che ci è stata trasmessa di generazione in generazione da vari credenti nella DIASPORA. Una diaspora che ci è stata causata da quella chiesa romana mediaevale e poi recente fascista; una chiesa che ancor oggi, travestita da docile agnello, è così tanto ciecamente adorata da tutti quelli che chiudono gli occhi davanti alla verità biblica e preferiscono le tradizioni dell’uomo. Essa oggi continua ad imperare, ma finirà male, al ritorno di Cristo.

La vera Chiesa di Cristo non è mai stata una istituzione umana o uno Stato politico o un papato al servizio dell’Impero e del potere temporale.

L’unica potenza della vera Chiesa di Gesù Cristo è sempre stata invece esclusivamente lo Spirito Santo di Dio e la Sua Parola rivelata nella Bibbia (Atti 1:8; 13:47). Putroppo i più sono stati ubriacati dal vino spirituale della fornicazione politica, e da un sacrdozio che ha usurpato il Sacerdozio di Gesù Cristo, il quale è l’unico vero capo della Chiesa e UNICO intercessore presso il Padre e UNICO Sacerdote di Dio in eterno, ruolo non trasmissile a persone umane (Ebrei 7:24- consulti varie edizioni).

I nostri predecessori sono esistiti nel corso dei secoli fuori dal confine dell’Impero romano che, mi creda, non è mai stato il mondo intero né l’unica regione della terra che abbia ospitato dei credenti in Cristo; anzi l’attuale cristianesimo cattolico e protestante, specialmente quello sicretico-universale ed ecumenico mondiale, è una vera e propria apostasia, una bestemmia e una offesa a nostro Signore Gesù Cristo.  

Per concludere, la fede dei primi convertiti della Chiesa di Dio “IN” Roma fu nel primo secolo grandemente elogiata dall’Apostolo Paolo. Ma poi quella chiesa divenne “DI” Roma (non più “DI” Dio). Divenne spiritualmente CORROTA a causa dei suoi connubi con la politica e gli intrighi dell’Impero, che l’hanno trasformata in un potere politico (e indirettamente finanziario), fino ad oggi.

Infine, dicono che oggi la chiesa di roma è cambiata, perché ha chiesto perdono delle persecuzioni compiute in passato. Ma una chiesa che continua ad insegnare le stesse eresie per cui ha perseguitato e assassinato gli altri è semplicemente IPOCRITA, se non si ravvede realmente abbandonando le proprie eresie per iniziare a predicare il vero Vangelo. La Chiesa di Roma era estramamente settaria e chiusa nei suoi dogmi. Oggi sta andando all’estremo opposto, cercando di cavalcare l’ecumenismo mondiale, allargando ancora di più le porte al peccato e al sincretismo più sfrenato. Non intendiamo offendere nessuno nel dire come stanno le cose. Da parte nostra, crediamo di avere il dovere morale di indirizzare la gente alla Parola di Dio – la Sacra Bibbia – e non alle tradizioni dell’uomo.

Non creda che noi gioiamo nel denunciare l’APOSTASIA che il Cristianesimo in generale ha sofferto e sta ancora soffrendo. La invitiamo a conoscerci meglio. Non è con gioia che diciamo questo, ma con la speranza di poter aiutare quanti cercano Dio sinceramente, anziché lasciarsi impressionare dalla pomposità dei templi o delle liturgie clericali, di cui Gesù e gli Apostoli si guardarono bene dal perpetuare.

Apprezzeremo una sua replica, qualunque essa sia.

Cordiali saluti
Pastore Carmelo Anastasi.
Labuonanotizia.org