registrati
accedi

La vera destinazione dei salvati

Domanda:
Carissimi, un caloroso saluto in Gesù.
Sentendo il messaggio del fratello Anastasi sui segni del ritorno di Gesù, non ho capito bene se intendeva che il paradiso sarebbe in cielo o in terra.
Vi saluto in Gesù che ritorna. Nik
Riposta:

Caro Nik
Capisco le tue perplessità, che sono dovute al falso insegnamento della cristianità secolarizzatra.

Premetto che i santi saranno resuscitati con corpi spirituali e immortali. Ma ciò avverrà sulla Terra. Infatti, ciò che sfugge a molti è il fatto che, alla fine, la Terra come la conosciamo adesso morirà ma NON scomparirà affatto. Al contrario! Alla fine il regno di Dio verrà sulla Terra e “l’avvolgerà come un mantello e la Terra sarà “MUTATA” totalmente (Ebrei 1:12). “Mutata” nel senso che sarà “PURIFICATA con il fuoco” e quindi resa “NUOVA” (2 Pietro 3:13 ) e strutturalmente ETERNA (Apo. 21). Altrimenti Gesù non avrebbe detto “beati i mansueti perché essi erediteranno al terra” (Matteo 5:5) – la erediteranno NON per un tempo limitato ma per l’eternità.

Qui di seguito daremo prova scritturale che la destinazione finale dei salvati è la Terra, che sarà trasformata e resa eterna proprio come i suoi futuri eredi.

Innanzitutto la Bibbia afferma chiaramente che, fino ad oggi, “Or nessuno è salito in cielo, se non colui che è disceso dal cielo, cioè il Figlio dell’uomo che è nel cielo” (Giovanni 3:13). Questa verità è corroborata da altri due fatti incontestabili:
1) Non siamo noi a dover andare in cielo ma è Gesù che ha promesso di tornare sulla Terra (Atti 1:11) e…
2) Siamo chiamati a pregare “Padre nostro che sei nei cieli, VENGA il Tuo Regno, sia fatta la tua volontà in terra come in cielo…” (Matteo 6:10).

Le suddette verità bibliche provano che il “paradiso” cui si riferisce Gesù non è il cielo (ovvero il luogo dove dimora il Padre Eterno), ma è la TERRA; questa è destinata ad essere purificata e restaurata a “giardino globale di Dio”, com’era prima del peccato di Adamo ed Eva e ancora prima della ribellione di Lucifero.

Alcuni interpretano erroneamente Matteo 5:3,5 come se ci fossero due categorie di salvati, alcuni destinati per l’eternità nel cielo e altri (senza Spirito santo) per l’eternità sulla Terra. La verità è che la Bibbia non parla affatto di due destinazioni diverse per due categorie di salvati. La destinazione finale di tutti i salvati e la Terra. Ma sarà una Terra purificata e rinnovata dal fatto grandioso che essa sarà inondata dal “regno dei cieli” (o Regno di Dio). Naturalmente, tale restaurazione e susseguente purificazione della Terra avverrà quando il “Cristo tornerà dal cielo al suono dell’ultima tromba” e donerà il “regno dei cieli” (regno spirituale) ai Suoi fedeli mediante la risurrezione a vita eterna (1Tess.4:16-18).

Quando il Signore tornerà, “manderà i suoi angeli a raccogliere i Suoi fedeli dai quattro canti della Terra” (Matteo 24:31). Una volta risorti a vita eterna, i suoi fedeli lo raggiungeranno nell’aria (dove ci sono le nubi) e lo seguiranno ovunque Egli vada. Dove andranno? Gesù e i suoi redenti scenderanno a Gerusalemme, dove instaureranno il Governo mondiale del Regno di Dio (Zaccaria 14:4-20). Allora la Terra sarà trasformata in un paradiso globale, dove abiterà la giustizia.

Secondo le sue promesse, “noi aspettiamo nuovi cieli e nuova terra, nei quali abiti la giustizia” (2Pietro 3:13). Da considerare che la Terra è sospesa nei cieli e circondata da cieli. Lo sarà anche quando avverrà il loro mutamento. Quando la Bibbia dice che “la prima terra e il primo cielo saranno scomparsi”, non dice che cesseranno di esistere ma che non saranno più oggetto della corruzione del peccato; saranno cioè MUTATI, PURIFICATI e RINNOVATI: “Essi periranno, ma tu rimani; invecchieranno tutti come un vestito, e li avvolgerai come un mantello e saranno cambiati; ma tu sei lo stesso, e i tuoi anni non verranno meno» (Ebrei 1:11-12).

Atti 3:21 afferma che, per ora, Gesù deve rimanere in cielo, finché non verrà il tempo in cui tutte le cose saranno rinnovate, come Dio stesso ha detto, tramite i suoi santi profeti, fin dai tempi dei tempi (Atti 3:21). Fino ad ora, nessuno dei morti è mai andato al cielo (Atti 1:11).

In conclusione, il “paradiso” (regno di Dio) promesso ai salvati non sarà il cielo ma una Terra purificata e rinnovata, circondata da cieli purificati e rinnovati, nei quali non ci sarà posto per gli spiriti malefici, né per la corruzione del peccato.

Spero di aver chiarito.
Pastore Carmelo Anastasi
Labuonanotizia.org