registrati
accedi

Attenti alle sette! Come si diventa schiavi di una setta e come uscirne?

DOMANDA:
Buongiorno Sig. Carmelo, sono Enrico, un servitore dell’Iddio altissimo. Vedo spesso i suoi post su youtube… Mi sembra di aver capito che lei fà parte di una religione, non ho ben capito  quale, ma è senz’altro una delle 3000 religioni che esistono oggi sulla terra… Nessuna religione è approvata da Dio . Il nostro creatore ha un’organizzazione che porta il suo nome. E come è sritto in Romani 10:13 chiunque invocherà il nome di Geova sarà salvato. Io vorrei invitare anche lei , come faccio con tutte le persone da 40 anni , a conoscere meglio il progetto di Dio mediante la sua organizzazione. Saluti Enrico.

RISPOSTA:
Gentile Enrico, la ringrazio della sua attenzione verso la nostra Missione. Più che una domanda però la sua è una testimonianza personale, che rispetto, ma NON condivido per i seguenti motivi.

Non metto in dubbio che lei, nel suo cuore, abbia il desiderio di servire l’Iddio Altissimo. Ci dispiace però che lei l’ostenti come se non ci fossero altri con il suo stesso proposito. Ci dispiace altresì constatare che lei si esprime come uno che, da quarant’anni, è prigioniero di uno setta chiamata “Torre di Guardia”, il cui “Corpo Direttivo” ha usurpato il ruolo di Gesù Cristo e si è arrogato il primato temporale di “vicario di Cristo” — né più né meno come ha sempre fatto il papato di Roma.

Le vostre stesse parole dimostrano che state promuovendo più la vostra organizzazione umana che il Creatore. Attribuite al Creatore il nome di “Geova“, come se la nostra salvezza dipendesse dal modo in cui lo is pronuncia, piuttosto che dall’evitare di pronunciarlo invano. Gesù ci ha insegnato che dobbiamo pregare appellandoci al “Padre nostro che è nei cieli”, piuttosto che illudersi di poter essere salvati con il solo proferire una presunta parola magica, come “Geova” ovvero “apriti sesamo!” Non sarà certo la fonetica a salvarci dai nostri peccati, ma la verità e il pentimento sincero.

Studi approfonditi hanno dimostrato che il termine “Geova” è una traduzione spuria, derivante da varie traslitterazioni di traduttori discutibili nel corso dei secoli. Il vero nome di Dio è il tetragramma ebraico “YHWH”, cioè: IO SONO COLUI CHE E’ – (Esodo 3:14). Nessuna lingua umana è oggi in grado di tradurre adeguatamente il tetragramma originale, né tantomeno di pronunciarlo come al tempo di Mosè. Quindi, non è certo un invocare “Apriti sesamo!” a fare aprire le porte della salvezza, come nemmeno l’appartenere ad organizzazione umana. Certo la comunità fraterna ci vuole, ma è sbagliato il diventarne schiavi. Cristo ha fondato la Sua Chiesa i cui membri, per quanto fisicamente organizzati, non appartengono a sé stessi, ma a Colui che li ha comprati con il Sangue del proprio Figlio, Gesù Cristo.

Esaltare la propria “organizzazione” e manipolare le Scritture è un approccio farisaico e idolatrico. “Invocare” il nome di Dio significa ben altra cosa. Infatti, la salvezza non viene dal pronunciare una parola “magica”, ma viene esclusivamente dall’avere FEDE in Gesù Cristo e dal mettere in pratica i COMADAMENTI DI DIO con umiltà e sincero pentimento dei propri peccati, ovvero la ricerca del PERDONO di Dio — tutte cose che la vostra organizzazione ha messo da parte. A torto.

Se conversione c’è in voi, siete convertiti alla vostra organizzazione più che all’Iddio Altissimo.
Voglia il Creatore illuminarvi la mente con le seguenti parole:

Apocalisse 12:17:
Allora il dragone s’infuriò contro la donna e andò a far guerra a quelli che restano della discendenza di lei che osservano i comandamenti di Dio e custodiscono la testimonianza di Gesù.”

1Giovanni 2:4:
Chi dice: «Io l’ho conosciuto», e non osserva i suoi comandamenti, è bugiardo e la verità non è in lui.

Adorate il Creatore anziché la vostra organizzazione.
NON predichiamo le nostre convinzioni, ma la via del Creatore.
NON predichiamo noi stessi, ma il Creatore di tutte le cose.
Possa lo Spirito Santo guidarvi verso la verità.

Saluti in Gesù Cristo.

Carmelo Anastasi
LaBuonaNotizia.org
LaBuonaNotiziaTV